Hai bisogno di informazioni? Contattaci:
+39 080 698 66 60
info@cabtutela.it

Come risparmiare (di giorno) sulle bollette di luce e gas durante la quarantena

CAB - Centro Assistenza Bollette Bari > News > Notizie > Come risparmiare (di giorno) sulle bollette di luce e gas durante la quarantena

Come risparmiare (di giorno) sulle bollette di luce e gas durante la quarantena

Pubblicato da: Francesca Emilio
Categoria: Notizie

La quarantena fa aumentare i costi delle bollette

L’emergenza coronavirus ha indubbiamente modificato la nostra percezione dello spazio-tempo: le pareti di casa sono diventate il nostro ufficio, la scuola dei nostri figli, la nostra palestra, il nostro pensatoio, mentre prima erano il luogo dove rifugiarsi la sera, per trovare ristoro dopo una lunga giornata. L’obbligo di stare in casa ha portato alla nascita di diversi interrogativi riguardanti l’aumento dei consumi, in particolar modo di quelli relativi a luce e gas e per chi sta lavorando in smart working in questo periodo. SOStariffe.it ha analizzato le offerte attualmente disponibili nel mercato libero dell’energia e del gas naturale, individuando le tariffe da considerare in un momento storico in cui il consumo di energia elettrica e gas è stato spostato principalmente durante il giorno.

Le tariffe monorarie sono più convenienti delle biorarie

Le tariffe biorarie, ovvero quelle che prevedono un prezzo della materia prima differente in base alla fascia oraria di utilizzo, erano state introdotte nel 2010 per favorire il risparmio dei consumatori che trascorrevano poco tempo in casa ed erano soliti consumare la sera o durante il weekend. Nel tempo le tariffe monorarie si sono rivelate più economiche: uno studio realizzato da SOStariffe.it sulla città di Milano nel mese di febbraio 2020, ha messo in evidenza un risparmio fino al 7,7%. Nello specifico, sono stati analizzati i consumi di single, famiglie di 3-4 persone e famiglie numerose, mettendo a confronto tra loro tariffe di tipo biorario e monorario. Entrando più nel dettaglio, un single spenderebbe 230 euro per una tariffa bioraria, contro 213 euro previsti per una tariffa monoraria. Una famiglia composta da 3-4 persone risparmierebbe il 4,4% con una tariffa monoraria, con la quale spenderebbe in media 447 euro all’anno, contro i 467 euro previsti per la bioraria. Analogamente, anche una famiglia numerosa, formata da 7 persone, arriverebbe a risparmiare una piccola cifra, spendendo 819 euro all’anno invece di 840 euro.

Risparmiare con le tariffe del mercato libero

Dal 1° gennaio 2022 il passaggio al mercato libero sarà obbligatorio, ma la circostanza eccezionale che stiamo vivendo a causa del coronavirus potrebbe essere l’occasione da cogliere al volo per effettuare il passaggio dal mercato tutelato o per cambiare fornitore, attraverso un’offerta luce e gas più conveniente.
A dimostrare i risparmi ai quali è possibile avere accesso con una promozione del mercato libero dell’energia e del gas naturale è, ancora una volta, uno studio di SOStariffe.it effettuato su tre diversi profili tipo, che sono rappresentati da single, coppie e famiglie. Dall’analisi emerge che in questo momento un single spende circa 613 euro l’anno per sostenere le spese relative a luce e gas, una coppia 1.046 euro all’anno e una famiglia fino a 1.647 euro. Questi dati fanno riferimento alle tariffe del mercato tutelato.
Trascorrere più tempo in casa, perché costretti, soprattutto per chi lavora in smart working o pratica lo smart learning, avrà un impatto diretto sui costi, provocando un aumento del 29,6% sulla luce e del 22,1% sul gas per i consumi dei single, del 21,8% sulla luce e del 22,2% sul gas se ci si riferisce alle coppie, mentre i rialzi in bolletta per una famiglia tipo potrebbero raggiungere il 32,4% per quanto riguarda l’energia elettrica e il 31,9% per il gas.
Le tariffe luce del mercato libero dell’energia e del gas naturale porterebbero un single a risparmiare 67 euro sulla bolletta della luce e 50 euro su quella del gas. Le coppie potrebbero abbassare i costi di 66 euro sull’energia elettrica e di 137 euro sul gas, ma il risparmio maggiore sarebbe quello al quale potrebbero ambire le famiglie, che con una tariffa del mercato libero potrebbero mettere da parte 130 euro sulla luce e fino a 265 euro sul gas. Le cifre alle quali ci si riferisce sono state stimate tenendo conto degli aumenti derivanti dalle attività di smart working e smart learning. A conti fatti, un single spenderebbe 117 euro in meno, una coppia 203 euro e una famiglia 395 euro.

Imparare a risparmiare attraverso la comparazione

Il coronavirus è una sfida che non abbiamo mai affrontato finora. Lo stravolgimento temporale ed emotivo dell’emergenza però può essere occasione per valutare offerte più vantaggiose per le nostre tasche e per i nostri bisogni mutevoli. Per risparmiare sui consumi di ogni giorno, basta iniziare a sperimentare la pratica della comparazione: in pochi clic, sul web o tramite un’applicazione scaricabile gratuitamente sul cellulare, si possono conoscere in pochi minuti le migliori soluzioni disponibili sulla piazza, che è possibile sottoscrivere direttamente online.

Articolo: corriere.it