Hai bisogno di informazioni? Contattaci:
+39 080 698 66 60
info@cabtutela.it

Bollette troppo care? Il governo e le ipotesi di tagli su luce e gas

CAB - Centro Assistenza Bollette Bari > News > Notizie > Bollette troppo care? Il governo e le ipotesi di tagli su luce e gas

Bollette troppo care? Il governo e le ipotesi di tagli su luce e gas

Pubblicato da: Francesca Emilio
Categoria: Notizie

Bollette più leggere o quanto meno non così pesanti? La soluzione già messa in pratica a inizio luglio è stata quella di tagliare una voce di costo che nel 2020 è stata da 14,9 miliardi tutti a carico dei consumatori e che è definita «oneri di sistema», o «oneri generali» vale a dire tutti quei costi che nulla hanno a che vedere con il costo dell’energia, né con il suo trasporto o gestione. Con il decreto «Lavoro e imprese» approvato il primo luglio il governo ha previsto di destinare 1,2 miliardi di euro alla riduzione degli oneri generali di sistema per il prossimo trimestre, utilizzando parte di quanto ricavato dalle aste del mercato europeo dei permessi di emissione di CO2 (Ets). E questo perché quanto ricavato è stato superiore alle aspettative.

Una fortuna, perché con il rincaro delle materie prime (tra cui il gas) le ripercussioni sulle bollette sarebbero state pesantissime, come ha precisato l’Autorità di regolazione Arera. «Anche per l’Italia – riporta in una nota l’Autorità presieduta da Stefano Besseghini – il forte aumento delle quotazioni delle materie prime – in continua crescita da inizio anno per la ripresa delle economie dopo i ribassi dovuti la pandemia – nonché la decisa crescita dei prezzi dei permessi di emissione di CO2, avrebbero portato ad un aumento di circa il 20% della bolletta dell’elettricità, se il governo non fosse intervenuto con un provvedimento di urgenza per diminuire la necessità di raccolta degli oneri generali in bolletta del prossimo trimestre». L’incremento nel terzo trimestre del 2021, per la famiglia tipo in tutela, è stato «contenuto» a + 9,9% per la bolletta dell’elettricità e + 15,3% per quella del gas.

“La questione degli oneri di sistema è una battaglia infinita – commenta Luigi Gabriele, presidente di Consumerismo-No profit – perché i governi non sanno dove prendere i soldi e li caricano sulle bollette. La fetta grossa sono state e sono le politiche per le incentivazioni alle rinnovabili. Sarebbe giusto invece caricarle su tutti e cioè sulla fiscalità generale”.

Articolo: Corriere.it