Hai bisogno di informazioni? Contattaci:
+39 080 698 66 60
info@cabtutela.it

Bollette, nuova stangata a gennaio con rincari fino al 40%

CAB - Centro Assistenza Bollette Bari > News > Notizie > Bollette, nuova stangata a gennaio con rincari fino al 40%

Bollette, nuova stangata a gennaio con rincari fino al 40%

Pubblicato da: Francesca Emilio
Categoria: Notizie

L’emergenza prezzi materie prime è sotto gli occhi di tutti: il petrolio ha quasi raddoppiato il suo prezzo da inizio anno mentre il gas naturale ha registrato un balzo del 400% in un anno. Il governo italiano sta cercando di correre ai ripari per aiutare famiglie e imprese a pagare le bollette sempre più salate di luce e gas, stanziando 3,8 miliardi di euro per calmierare i prezzi energetici per i mesi invernali.

Questa cifra, però, potrebbe non bastare. Sul tavolo del ministro dell’economia, Daniele Franco, è apparso un dossier sulle tariffe per il primo trimestre 2022 dopo gli allarmi lanciati nelle ultime settimane da esperti, industriali e associazioni dei consumatori su una nuova stangata da gennaio 2022. L’obiettivo sarebbe quello di ridurre di almeno la metà gli aumenti previsti, ma mancano all’appello almeno altri 3 miliardi di euro.

Entro la fine del 2021 verranno comunicati gli aggiornamenti per le tariffe di luce e gas, in vigore per il periodo gennaio-marzo 2022, con aumenti stimati tra il 20 e il 25% rispetto ai tre mesi precedenti per l’energia elettrica e tra il 35 e il 40% per il gas naturale. Si tratta di circa 800 euro in più a famiglia, stima Nomisma (136 euro in più a famiglia per la luce, 679 per il gas). Questi rincari andranno ad aggiungersi a quelli già avvenuti nel terzo e quarto trimestre del 2021, registrando aumenti per il sesto trimestre consecutivo.

Secondo le stime degli esperti potremmo assistere ad una tregua solo verso il secondo trimestre del 2022, quando i prezzi delle materie prime cominceranno a scendere per poi accentuare la flessione nella seconda parte del 2022. In attesa di tempi migliori si cercano disperatamente altri 3 miliardi di euro. Tra le varie ipotesi sul campo la cancellazione dell’Iva sulle bollette mentre la Lega continua a premere su una riduzione delle risorse per il reddito di cittadinanza.

Articolo: Today.it