Hai bisogno di informazioni? Contattaci:
+39 080 698 66 60
info@cabtutela.it

Bollette luce, gas e acqua: quali sono le Regioni dove si paga di più? I dati

CAB - Centro Assistenza Bollette Bari > News > Notizie > Bollette luce, gas e acqua: quali sono le Regioni dove si paga di più? I dati

Bollette luce, gas e acqua: quali sono le Regioni dove si paga di più? I dati

Pubblicato da: Francesca Emilio
Categoria: Notizie

Ormai abbiamo tutti chiara la situazione emergenziale che sta attraversando il nostro Paese e che ha visto l’aumento esponenziale delle bollette. Si tratta non solo dell’aumento di luce e gas ma anche dei costi dell’acqua. Si tratta di una situazione che non vede coinvolte soltanto le famiglie italiane, ma anche gli stessi Comuni e Regioni, al fine di garantire il mantenimento degli uffici e delle strutture pubbliche.

È stato proprio il report realizzato da parte della Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana per l’Adnkronos a mostrare i numeri legati ai costi per le bollette che sono stati sostenuti da parte delle amministrazioni regionali e comunali durante l’anno del 2021, quando l’emergenza del caro-bolletta non sembrava essere così disastrosa ed imminente. Vediamo, quindi, alcuni dei dati più significativi che sono stati riportati e analizzati da parte del Centro Ricerche della Fondazione, al fine di individuare quali sono le Regioni e i Comuni più virtuosi e quali quelli che hanno fatto più “sprechi”.

Un primo dato particolarmente rilevante emerso nell’ambito del progetto Pitagora, con il report sopra citato, fa riferimento alle bollette dell’acqua che sono state inviate a Regioni e amministrazioni dei capoluoghi di provincia. Tra le Regioni che sono state considerate come quelle più efficienti, andando così a pesare meno sulle tasche dei cittadini, sono sicuramente le seguenti: Calabria e Veneto.

Infatti, nell’anno 2021, si conta che le bollette dell’acqua per queste due Regioni italiane ammontavano soltanto a 11.700 per la Calabria e poco più di 65.000 euro per la Regione Veneto. A portare un buon risultato per quanto riguarda le spese legate alla bolletta dell’acqua anche le Regioni della Lombardia e della Liguria (con un rating AA) e quelle del Piemonte, Molise ed Emilia Romagna, a cui è stato attribuito un rating A. Ad essere invece stata considerate le Regioni più dispendiose, tanto da ricevere il rating C, sono le amministrazioni legate alla Basilicata (con una bolletta che supera i 68.000 euro nel 2021) e la Regione Lazio (con addirittura 655 mila euro).

Abbiamo quindi visto quali sono le Regioni italiani che hanno di fatto speso di più durante il 2021 per quanto riguarda la bolletta dell’acqua, passiamo ora ad approfondire quali sono invece i Comuni più o meno efficienti da questo punto di vista. Partiamo con il citare quelli che sono stati considerati dal report maggiormente virtuosi. Stiamo parlando di ben 17 capoluoghi di provincia, tra cui spuntano i capoluoghi di Ragusa, Ferrara, Padova, Palermo, Rovigo, Reggio Emilia, Sassari, Brescia, Trapani e altri ancora.

Al contrario, tra i Comuni che invece hanno ricevuto un rating basso per quanto riguarda la bolletta dell’acqua dello scorso anno, troviamo i seguenti: Roma, Aosta, Carbonia, Cosenza, Enna, Benevento e Catanzaro. Ora che la situazione per quanto riguarda le bollette per l’acqua relative all’anno scorso è stata chiarita, passiamo con l’analizzare la sezione relativa alle spese riferite alle bollette per i consumi dell’energia elettrica e del gas. Dunque, per prima cosa, vale la pena citare le tre Regioni italiane che hanno ricevuto il rating complessivo peggiore rispetto a tutte le altre. Si tratta di Basilicata, Campania e Molise.

Per quale motivo sono considerate le Regioni italiane meno virtuose per le bollette di luce e gas? Basta fare riferimento ai numeri emersi dal report della Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana. La Basilicata, in effetti, nel 2021 ha speso oltre 300 mila euro per il gas e circa 900 mila euro per l’energia elettrica. La Campania, invece, ha speso 48.188,686,26 euro per quanto riguarda i costi legati all’energia elettrica, a cui si vanno ad aggiungere gli oltre 570 mila euro destinati invece alla bolletta del gas. Per quanto concerne la spesa della Regione Molise, per il gas ammonta a quasi 150 mila euro, mentre per l’energia elettrica, la bolletta ha raggiunto la quota di 415.167,64 euro.

Ma quali sono, invece, le Regioni italiane che possono essere prese come esempio virtuoso per quanto riguarda le spese e i costi per le bollette di luce e gas? Secondo quanto chiarito dal report della Fondazione sono tre le Regioni a cui è stato attribuito il rating più elevato, quello della classica AAA, che fa riferimento all’analisi singola per l’energia elettrica e per i consumi del gas. Di quali Regioni stiamo parlando? Emilia Romagna, Lazio e Veneto.

Per quanto riguarda la prima Regione, secondo il report, i costi per l’energia elettrica nel 2021 ammontavano complessivamente a 1.775.126,18 euro, a cui si vanno ad aggiungere i costi per il gas, il cui importo supera i 260 mila euro. Diversi, invece, i costi per la Regione Lazio, dove l’energia elettrica è costata all’amministrazione oltre i 4,5 milioni di euro, mentre il gas soltanto 23.714,18 euro. E la Regione Veneto? In questo caso, il rating AAA per la spesa dell’energia elettrica fa riferimento ai costi che ammontavano a 1.641.176,86 euro, mentre quelli del gas risultavano essere pari a 259.787,11 euro.

Articolo: trend-online.com